Georgel-McAwsome

Digital Artist, Romania
mcawsome

Siamo lieti di presentarvi l’intervista a Georgel-Mcawsome, artista digitale della Romania.

Ciao Gorgel, siamo lieti di parlare con te di arte digitale, dei tuoi lavori digitali e delle tecniche, da te utilizzate, per realizzarli.
Partiamo.

Come ti sei avvicinato alla digital art e da quanto tempo realizzi lavori in digitale? Ho approciato l’arte digitale quasi dieci anni fa. Lasciavo spesso grossi buchi sui fogli a causa del continuo cancellare, così decisi di lavorare direttamente al computer.

Guardando la tua galleria su DeviantArt, si nota come tu preferisca realizzare lavori in digitale aventi come soggetto figure femminili. Sei, come molti altri, solamente affascinato dalla figura femminile oppure c’è qualche altro particolare motivo? Solitamente, come scegli cosa o chi ti ispira?

Mi entusiasma molto disegnare la figura umana e, spesso, mi ritrovo a impiegare il mio tempo libero, ritraendo personaggi femminili (è possibile che questo abbia a che vedere col fatto che sia uomo). Quando invece disegno altro, se questo non mi piace o più semplicemente non lo finisco, ma lo lascio a metà, poi sicuramente va a finire che l’abbandono, senza portarlo a termine; ma quando disegno una donna, in qualche modo, trovo la determinazione di portare a termine il lavoro. Non è che disegno solo figure femminili, è solo che i lavori con figure femminili sono quelli che finisco e pubblico.

Sono anche molto affascinato dalla narrazione, in particolare personaggi della storia (che siano di film, show TV, fumetti, ecc). Comincio a pensare un po’ ai personaggi e aspetto che l’ispirazione arrivi da sè. C’è, comunque sempre, un retrostudio nella mia mente per ciò che disegno.

Quali programma preferisci utilizzare per le tue realizzazioni? Utilizzi una tavoletta grafica?
Disegno e coloro con una tavoletta grafica, con Photoshop.

Georgel Mcawsome

Hai esperienza anche in arte tradizionale? e cosa ne pensi del sopravvento dell’arte digitale su quella tradizionale? La mia esperienza con il disegno tradizionale è limitata a scarabocchiare con una penna a sfera quando la mia tavoletta grafica non è disponibile. Non ho mai fatto un pezzo finito su carta. L’arte digitale è molto più versatile e offre molto più spazio per sperimentare, che è qualcosa che preferisco. Tuttavia, il tradizionale avrà sempre più prestigio perché un’opera d’arte finita è unica nel suo genere, mentre con il mezzo digitale, un’opera può essere facilmente copiata.

Conosci l’arte vettoriale? Hai avuto occasione di realizzare lavori in vettoriale? Cosa ne pensi del punto di vista di chi considera l’arte vettoriale il futuro dell’arte digitale? So di grafica vettoriale, e questo è tutto. La grafica vettoriale è qualcosa di specifico come mezzo digitale. Mi piace l’idea che si possano stampare alcune opere in vettoriale alle dimensioni che liberamente si preferiscono, senza perdere alcun dettaglio. Questo non si puo’ fare con l’arte tradizionale.

Georgel Mcawsome

Hai qualche consiglio prezioso da lasciare per i lettori? Sì, posso offrire qualche consiglio. Se si sta creando qualcosa, non si deve lottare con lo strumento che si utilizza per realizzarlo, nel tradizionale o in altro. Trovate quello che meglio si adatta alla vostra mano e seguite quella direzione, libererà la mente a concentrarsi maggiormente sull’atto della creazione. L’immagine finale è ciò che è importante e non come ci si arriva, infatti nessun architetto è in grado di tracciare una linea perfettamente dritta, a mano libera.


georgel Mcawsome


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate